Pubblicato in: PENSIERI E RIFLESSIONI, SELF HELP

Tempi che cambiano

L’altro giorno un’amica mi raccontava dei problemi che aveva sul lavoro. Capi difficili, colleghi strafottenti, ambienti asettici e relazioni superficiali. Una piccola realtà aziendale padronale nella quale si è ritrovata dopo aver cambiato diversi lavori. In tempo di crisi questo è solo uno dei tetri racconti che sento in giro. Con chiunque mi stia confrontando, ascolto persone che boccheggiano. Chi perché un lavoro non ce l’ha e fa fatica a reinventarsi, oppure chi il lavoro ce l’ha e si dice fortunato ma sopporta ogni giorno piccoli soprusi di vario genere da vessazioni economiche a terrorismo psicologico. Le organizzazioni aziendali, che fino a cinque anni fa si riempivano la bocca di parole quali “talento” e “motivazione”, oggi creano corposi uffici acquisti e pagano salate truppe di avvocati per cercare di ridurre i costi, tirare il collo a fornitori e togliere benefici ai dipendenti. Il management by terror dilaga ovunque. La maschera, con la quale le organizzazioni si erano rifatte il trucco per attrarre i giovani talenti in tempi in cui si pensava che le persone erano il fattore più importante per il successo, è caduta. Ora l’obiettivo è ridurre i prezzi,  aumentare le trattenute, diminuire la vivibilità delle persone, limitare il loro campo di azione fino ad immobilizzarle.

La cosa sconcertante e preoccupante di tutto ciò è che nessuno sembra accorgersi del baratro nel quale questa spirale di negatività, limitazione e terrore ci stia trascinando tutti. D’altronde la storia è piena di periodi in cui il terrore ha controllato le masse. Oggi però abbiamo delle chance che dobbiamo sfruttare. Il nostro livello culturale e l’evoluzione sociale ci ha dato gli strumenti per assumere una prospettiva più ottimistica. Il successo si trova al di là della paura. E per superare la paura occorre ritrovare la fiducia. Se nel mondo ci sarà ancora spazio per l’etica, l’onestà intellettuale e il rispetto sarà grazie a tutte quelle persone che ci credono. Che ogni giorno collaborano con i loro colleghi in modo corretto, trasparente e creativo. Dicono che la sofferenza e le difficoltà tirano sempre fuori dei capolavori, basti pensare ai tormenti dei grandi artisti. Beh, abbiamo dentro di noi abbastanza creatività e risorse da riemergere. Basta solo trovarle, metterci un po’ d’impegno e tornare ad avere fiducia. Perché se abbiamo fiducia vedremo un piccolo barlume di bellezza anche laddove sembra non essercene e questo si farà sempre più grande e più forte man mano che la nostra fiducia in noi e nel prossimo aumenterà.

La nostra generazione ha vissuto anni di boom. Oggi la situazione è cambiata. Non saranno le organizzazioni a darci le risposte necessarie. L’organizzazione è un ente astratto fatto da persone. Le risposte non potranno darcele le aziende o lo stato intese come enti. Demandare a loro la responsabilità della nostra felicità è troppo semplice. Le risposte le abbiamo noi, sarà il nostro mondo di comportarci, il nostro cambiamento di atteggiamento verso il mondo e verso la vita che farà cambiare le organizzazioni. Dobbiamo imparare a cambiare, a reinventarci, non c’è più posto per la mediocrità. E nemmeno più il tempo di aspettare che la crisi passi. La crisi passerà, ma creerà una realtà diversa da quella che noi abbiamo sempre conosciuto. Ogni frattura sociale o economica porta a nuovi equilibri e nuove realtà alle quali ci dobbiamo adattare. Accettando il cambiamento e cogliendone ogni opportunità, e con la voglia di imparare e scoprire cose nuove.

primavera 4

Autore:

Segui il blog su www.ideeacolori.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...