Pubblicato in: PENSIERI E RIFLESSIONI

Moderazione

Da fashion-victim quale sono, ho la precisa consapevolezza che il consumismo tiene a galla tutto il meccanismo del nostro mondo. È  necessario, infatti, che l’individuo consumi il più possibile! Le tecniche di marketing e pubblicità servono a creare e indurre continuamente nuovi bisogni nelle persone e a fare in modo che desiderino sempre più cose. Colmati i bisogni primari come mangiare, bere e dormire. È necessario fare leva sui bisogni secondari quali amore, status sociale, potere.  L’immagine dei media ci rimanda continuamente un modello in cui possedere certi oggetti o certe caratteristiche fisiche ci porterà la felicità.  Poi,  terminato il momento di piacere legato all’acquisto, ci si accorge che la felicità che ne deriva è effimero e di breve durata. A quel punto le strade che si possono intraprendere per raggiungere un nuovo piacere sono due. La prima ci porta a desiderare immediatamente un nuovo oggetto e perseguire un’ulteriore bisogno effimero ed è così che la ruota continua a girare. Oppure, in alternativa, ci si ferma a pensare ai veri motivi di soddisfazione della vita come ad esempio le relazioni con i nostri cari, il tempo che passiamo con loro, le attività che ci appassionano davvero.

Spesso si sacrifica tutto per poter salire sempre più su, guadagnare più soldi  e soddisfare nuovi bisogni creando un circolo vizioso che rischia di farci perdere di vista il vero obiettivo.  Leggevo proprio di questo nel libro “Oltre la ricchezza” di Alexander Green (lo raccomando perché  è davvero bravo!). Lui  è un esperto di finanza eppure ci parla di come riscoprire i piccoli piaceri, la lentezza e la voglia di stare insieme e lo fa ponendosi una semplicissima domanda: “Quando saremo arrivati alla fine a cosa ripenseremo? cosa sarà stato davvero importante per noi?”

A me piace pensare che questa crisi sia arrivata anche per ricordarci che siamo stati ingordi per molto tempo. Forse dobbiamo riscoprire tutti la moderazione e rinunciare (o anche solo posticipare) qualche acquisto per poterci dedicare ai nostri interessi e alle nostre passioni. Leggevo stamattina un articolo sul giornale che parlava del calo dell’inflazione dovuto alla forte diminuzione dei consumi degli italiani. Il meccanismo si è inceppato e tutti sono molto preoccupati. Ma il consumatore, se da una parte è in difficoltà, dall’altra è anche cambiato. Forse non è più disposto a recepire passivamente tutte le dinamiche di induzione all’acquisto ed è diventato più oculato. Beh, certamente il meccanismo bisogno-consumo-ricchezza che ha caratterizzato il sistema economico degli ultimi decenni non ripartirà com’era prima. Io voglio credere che siamo cresciuti e ci siamo risvegliati da un lungo sonno fatto di plagi diversificati e la nostra unica arma è quella di ripartire, riscoprire e apprezzare la moderazione, la natura e le relazioni (quelle vere) che ci circondano.

oltre_la_ricchezza

Autore:

Segui il blog su www.ideeacolori.com

Un pensiero riguardo “Moderazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...